:

Translate in your language - traducir en su idioma - 在你的语言翻译 - переводить на вашем языке

Cerca nel blog

- QUANDO UNA DONNA E' LONTANA

QUANDO UNA DONNA E' LONTANA
Per provare desiderio sessuale,
la
donna ha bisogno di una buona



quantità di ossitocina in corpo.

Quando un uomo è "lontano", molto probabilmente, questo non dipende da problemi di coppia. In generale, egli ha un problema e si allontana, chiudendosi nel silenzio, per risolverlo. Ben poco può fare la donna per aiutarlo, se non tacere ed assecondare questo allontanamento. Quando un uomo è sotto stress, il suo livello di testosterone è basso e fare sesso può essere un modo per ripristinarlo e stare meglio.

Quando una donna è "lontana", molto probabilmente e comunque in parte, dipende da problemi di coppia.
Può dipendere prevalentemente da problemi di coppia, perché ella non si sente amata, oppure dal fatto che ella è notevolmente sotto stress e di conseguenza si allontana, favorendo ella stessa il problema di coppia...
In generale, quando la donna è sotto stress, subisce un drastico calo di ossitocina, l'ormone del benessere femminile, della socialità e del legame. Quando questo ormone scende, ella è preda di un grande malessere, si sente ancora più distante e tutt'altro sente, fuorché il desiderio sessuale che, per lei, nasce, appunto, dal contatto, dal legame, dal sentirsi vicina al proprio partner, ovvero, proprio dalla produzione di ossitocina.

Perché scende il livello di ossitocina nel sangue della donna?
Sia gli uomini, che le donne, quando sono sotto stress, producono più cortisolo, l'ormone della lotta, secreto in caso di allarme, per far fronte al pericolo imminente. Quando il corpo e la mente sono in uno stato innaturale di continua attivazione,
la produzione continua di cortisolo causa stress cronico, stanchezza eccessiva, astenia, irritabilità, sovrappeso, cattiva memoria, difficoltà di concentrazione, sbalzi d’umore, indebolimento delle difese immunitarie, ritenzione idrica, ipertensione, perdita di massa muscolare, osteoporosi, assottigliamento della pelle, depressione. Tutti fattori, questi che, oltre a causare notevoli scompensi ormonali e peggioramento degli stessi sintomi, possono dar luogo a problemi psicosomatici, come vaginiti o candidosi, che a loro volta causano ulteriore depressione e frigidità femminile e quindi allontanamento.
Ad abbassare dunque il livello di ossitocina nel sangue di una donna, contribuiscono tutti quei fattori che causano stress femminile e
che, di per sè, creano malessere psicosomatico.
Tutte le attività atte a produrre "soluzioni", come il sovraccarico di responsabilità, causano un aumento di cortisolo e di testosterone che, nella donna
 causa un abbassamento del livello di ossitocina.
Tra queste attività, ci sono anche quelle emotive, atte a risolvere problemi di coppia. Discussioni frequenti, separazioni e riavvicinamenti continui, innescano meccanismi di difesa a cascata, in cui la donna, tende via via ad accumulare maggior stress emotivo e ad esaurire ogni risorsa energetica ed ormonale. Quando la donnainizia a sentirsi sola, ansiosa o teme di essere respinta, quando avverte ancora di più il desiderio spasmodico di ossitocina e di attenzioni e ne sente ancor più la mancanza, attiva una serie di "soluzioni" disperate che, in realtà, fanno scendere ancora di più il suo livello di ossitocina e che, di frequente causano allontanamento anche da parte dell'uomo, peggiorando ulteriormente la situazione.
Quando la donna produce eccessivo cortisolo ed ha una scarsa quantità di ossitocina nell'organismo, vive come un peso il ruolo di compagna, madre, amica e dispensatrice di affetto.
Un altro motivo per cui il livello di ossitocina nel sangue è troppo basso può essere la carenza di una delle fonti naturali di ossitocina, come le attività di belletto, di cura, di creatività, socialità e maternità.
Qualsiasi sia la fonte dello stress femminile, la conseguenza diretta è comunque un problema di coppia, ovvero all'allontanamento emotivo e fisico della donna dall'uomo.

Quando la donna è lontana, non si sente amata e ciò di cui ha più bisogno è proprio questo, non essere lasciata sola e ricevere attenzioni, carezze e baci.
Se l'uomo riesce a comprendere le sue necessità, a capire come e quando lei produce ossitocina (parlare, sfogarsi, abbracci, baci, carezze) e cosa invece la fa diminuire (discussioni, separazioni, problemi, sovraccarico), se è pronto ad abbracciarla stretta, a baciarla con passione, a passare un po' di tempo con lei, a permetterle di parlare senza replicare o fornire soluzioni o sminuire la sua fragilità o i suoi stati d'animo, l'ossitocina e la felicità della donna aumentano. Ella sarà più amorevole ed attenta alle esigenze di lui, non si dimostrerà troppo esigente ed aumenterà il benessere della coppia.

Senza tutto questo, la donna finisce col pretendere troppo dal partner, dalla cui comprensione, dal cui affetto, dai cui complimenti dipenderà totalmente, per raggiungere una pur minima sensazione di benessere.

La secrezione di ossitocina è abbondante quando si è innamorate e durante l’orgasmo, fornendo un senso di appagamento e relax, per questo aumenta anche con le carezze, i massaggi e soprattutto con i baci.
Se i livelli di ossitocina sono ottimali, la donna ha una fonte infinita di energie, è disponibile, allegra, amorevole ed apprezza molto di più il rapporto intimo col proprio uomo, al quale si sente più legato (proprio a causa dell'ossitocina) ed il cui appagamento induce un ulteriore livello di ossitocina e di attaccamento...
Insieme ad un'efficace comunicazione (parlare), l'intimità sessuale può essere per la donna uno dei metodi più validi per alleviare le tensioni, perché durante l'eccitazione sessuale e l'orgasmo viene appunto rilasciata l'ossitocina.
Il problema sta nel fatto che, per provare desiderio sessuale, la donna ha bisogno di una buona quantità di ossitocina in corpo!