:

Translate in your language - traducir en su idioma - 在你的语言翻译 - переводить на вашем языке

Cerca nel blog

- CHI MAL INIZIA PEGGIO FINISCE!

In amore, l'errore più grossolano, che si possa fare, è


dare per scontato che essere innamorati o amarsi basti per essere felici.
Innanzitutto, innamorarsi è uno stato, amare è un atto, pertanto sono cose ben diverse.
“Tra l’innamorarsi e l’amare c’è molta differenza. Quando una persona si innamora non lo fa apposta: succede. Ma per amarsi bisogna sudare, soffrire, ridere, stare svegli, donarsi. L’amore non succede. L’amore si fa.”
L'innamoramento fa parte di uno stato iniziale, che può lasciar il posto ad un amore consapevole e duraturo, ma solo se ben selezionato, seminato e coltivato....

Per essere felici, bisogna conoscersi, capirsi e rispettarsi.
Per un amore duraturo è fondamentale il tempo.
Un tempo sufficientemente ampio da consentire il rispetto di tutte le fasi dell'amore.

La gran parte dei problemi di coppia origina sin dalle prime fasi del rapporto ed addirittura sin da prima il rapporto stesso.
Quali sono i momenti in cui si possono buttare le basi di una crisi futura?

Innanzitutto, a conclusione di un rapporto precedente.
E' qui che si gettano le basi per autosabotare i rapporti successivi e reiterare comportamenti ed errori che, inevitabilmente, porteranno a confermare le proprie paure e riproporre delusioni.
Inizia male, chi male finisce.
Le modalità con cui si sono chiusi i rapporti precedenti, sono determinanti nel garantirsi la possibilità di trovare la persona giusta e di aprirsi ad essa.
Quando un rapporto finisce male o c'è stato un tradimento o le aspettative sono state deluse, è probabile nutrire sentimenti di colpevolezza, frustrazione, risentimento o inadeguatezza. Inevitabilmente, in tutti questi casi, secondo la legge dell'attrazione nella nostra vita le persone che tenderanno a confermare questi sentimenti, a riproporre le stesse situazioni o che ci porteranno, per l'ennesima volta, a rimpiangere di averle incontrate. Ripeteremo questo modello finché non saremo pronti a perdonare il nostro passato e ad aprire di nuovo il cuore, ad attuare tha secret, ovvero a pensare a ciò che desideriamo, piuttosto che a ciò che ci manca o non vorremmo.

Di conseguenza a quanto visto prima e parallelamente, l'amore libero non arriverà finchè avremo paura d'amare o di creare un legame. Le cause possono essere diverse, e la maggior parte riconducibile ad una sorta di "meccanismo di difesa" , non amiamo per non soffrire.
Finchè il cuore resta chiuso, attraiamo a noi persone e situazioni sbagliate e non siamo in grado di riconoscere la persona giusta, anche quando è al nostro fianco, privandoci di tutto il bello che può capitarci. Qual'è la cosa peggiore che può capitare riaprendo il cuore? E quella più bella?

La scelta della persona giusta.Continuando con la metafora dell'arco e del bersaglio, per centrare l'obiettivo, bisogna avere gli occhi ed il cuore aperti, sapere con esattezza qual'è il centro ed avere la consapevolezza di come correggere il tiro, rispetto alle relazioni precedenti.
Per trovare la persona giusta, bisogna esercitarsi molto. Per questo è molto più probabile trovare il partner ideale, dopo un certo percorso di crescita e di evoluzione...
Trovare quella che definiamo la nostra metà, chi ci completa, sembra bello, sembra amore, ma non lo è....! E' una malsana, seppur funzionale, dipendenza, che blocca ogni crescita e libertà personale.
La persona perfetta per noi è quella più affine a noi, con la quale proviamo un profondo senso di libertà e ci porta a crescere ed evolverci continuamente, dal punto di vista fisico, mentale, emotivo e spirituale.

Per riconoscere e conoscere l'anima gemella e consolidare l'amore, è fondamentale il tempo.
A causare tante crisi di coppia e separazioni è proprio il fatto che non vengono rispettati determinati step del rapporto di coppia: il corteggiamento, l'intimità, il fidanzamento ed il matrimonio.
Quei passaggi che sanciscono la transizione tra l'attrazione iniziale, l'innamoramento e l'amore.
Quei tempi che permettono di conoscersi e farsi conoscere, di consolidare la fiducia e costruire quei ricordi su cui appigliarsi, in caso di crisi.
Quei determinanti per la definizione della differenza dei ruoli e per il rispetto dei reciproci bisogni, di uomo e donna.

In un'ultima analisi, ma di certo tra i problemi di coppia più gravi e purtroppo emergenti, c'è la frustrazione dei ruoli maschio/femmina, ovvero la tendenza delle donne ad essere sempre meno donne e degli uomini ad essere sempre meno uomini.
Questi atteggiamenti, oltre a creare subdoli, ma enormi problemi coniugali, causano livelli di stress sempre più alti ed aggressività, che sempre più spesso sfociano in violenza.